Dal web 2.0 al web 4.0

Con il web 2.0 sembrava che gli utenti avrebbero potuto ottenere tutto quello che avrebbero voluto da internet. In realtà è un sistema che si traduce in un sovraccarico di informazioni.

La ricerca web, con il Web 3.0 si arricchisce di nuovi concetti.

  • Ricerca contestuale
  • Ricerca personalizzata
  • Ricerca su misura
  • Ragionamento deduttivo
  • Evoluzione del Web 3D

Web 2.0 è collegamento di pagine web tra loro, condivisione dei dati tra siti web e applicazioni con l’uso di social networking.

Il potenziale effettivo del web 3.0 standard è ancora da realizzarsi per dimostrare l’effettiva potenza rispetto al web 2.0 standard  .

Il Web 3.0 utilizza robot, che sono abbastanza intelligenti di prendere decisioni in assenza di qualsiasi interferenza utente.

Con il Web 3.0 qualsiasi tipo di contenuto potrà essere facilmente comprensibili da qualsiasi altro programma per computer attraverso il significato semantico comune espresso dalla pagina. Web 3.0 consentirà un ampio sviluppo e uso del 3D.

In futuro, con l’internet delle cose, il web, oltre a collegarsi al telefono cellulare, si collegherà alle automobili, ai vestiti e ai forni microonde

Si arriverà così al Web 3.0, il nuovo passaggio dalla connessione tra persone a quella tra le cose. Saranno gli oggetti a parlarci e a darci informazioni. Web 3.0 si evolverà  in termini di  intelligenza artificiale, web semantico e macchine intelligenti fino ad arrivare al Web 4.0, un punto di sviluppo dell’intelligenza delle macchine, per il quale Internet diventerà il ​​computer planetario, una gigantesca rete di interazioni molto intelligenti, dove l’interconnessione e la comunicazione  tra cose e persone genereranno il processo decisionale.

  • Web 1.0 è Web tradizionale è “web marketing” .
  • Web 2.0 è Web sociale è “social media marketing”
  • Web 3.0 è Web semantico è “semantic/contextual discovery–search marketing”  .

Web 4.0 è Web ubiquo “u-marketing”  Tutto questo avrà conseguenze a livello sociale e di marketing: si parlerà di ubiquity marketing, ovvero il marketing presente ovunque, a seguito del sempre minore confine tra reale e virtuale.

 

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Patrizia Pastore. Mi occupo di tecnologia, web, digital transformation, comunicazione. Sono consulente e formatrice nelle aree del Digital Marketing, autrice del saggio Marketing NOT Marketing.

Ultimi post di Patrizia Pastore (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.